SOSPESO – Referendum Costituzionale – 29 marzo 2020

SI COMUNICA CHE, COME DA CIRCOLARE PREFETTIZIA N. 12710 DEL 6 MARZO U.S., IN OTTEMPERANZA AI DECRETI EMESSI DALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CIRCA LE MISURE DI PREVENZIONE DELLA DIFFUSIONE DEL COVID-19, LE OPERAZIONI REFERENDARIE SONO SOSPESE FINO A NUOVE COMUNICAZIONI MINISTERIALI


con Decreto del Presidente della Repubblica 28 gennaio 2020, pubblicato sulla Gazzetta UfficialeSerie Generale n. 23 del 29 gennaio 2020, sono stati convocati i comizi elettorali per lo svolgimento del referendum costituzionale ex art. 138 della Costituzione per l’approvazione del testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli artt. 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”

Manifesto convocazione comizi elettorali (data pubblicazione 13 febbraio 2020)

Il testo del quesito referendario è il seguente:

“Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli artt. 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Serie generale – n. 240 del 12 Ottobre 2019?”


MODALITA’ E TERMINI DI ESERCIZIO DELL’OPZIONE DEGLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO (A.I.R.E.) PER IL VOTO IN ITALIA

Per il Referendum in oggetto, gli elettori italiani residenti all’estero votano per corrispondenza; è fatta comunque salva la possibilità di votare in Italia, previa apposita e tempestiva opzione da presentare entro il prossimo 8 febbraio 2020 utilizzando il modello scaricabile in fondo a questo articolo. L’opzione dovrà pervenire, tassativamente entro il termine sopra indicato, all’Ufficio Consolare operante nella circoscrizione di residenza dell’elettore. Qualora l’invio avvenga a mezzo posta, l’elettore deve accertarne la ricezione, da parte dell’Ufficio consolare di appartenenza, entro il termine prescritto.

Modulo d’Opzione

N.B. Gli elettori residenti in stati nei quali si vota per corrispondenza che non abbiano esercitato l’opzione di voto in Italia, fanno parte del corpo elettorale della circoscrizione Estero, pertanto se si presentassero al seggio di iscrizione in Italia chiedendo di essere ammessi al voto, tale richiesta NON potrà essere accolta, anche per evitare rischi di doppio voto (salvo il caso di segnalazione consolare di mancato invio all’estero del plico all’elettore). Viceversa, si precisa che, ove gli elettori della circoscrizione Estero abbiano optato tempestivamente per l’esercizio del diritto di voto in Italia e le relative comunicazioni non siano pervenute al Comune per mero disguido o errore materiale, gli stessi potranno, su richiesta, essere ammessi al voto nel seggio del Comune d’iscrizione, mediante apposita attestazione del Sindaco, previa obbligatoria verifica del mancato invio da parte dell’ufficio Consolare competente, del plico contenente il materiale per l’esercizio del voto per corrispondenza.


ELETTORI TEMPORANEAMENTE RESIDENTI ALL’ESTERO

Gli elettori italiani, temporaneamente residenti all’estero per motivi di lavoro, studio, cure mediche per un periodo minimo di almeno tre mesi nella quale ricade la data di svolgimento della consultazione, possono esprimere la volontà di voto per corrispondenza nella circoscrizione estero dove risiedono momentaneamente, attraverso la compilazione del modulo di opzione predisposto dal Ministero dell’Interno (scaricabile dal link qui sotto) facendolo pervenire all’Ufficiale Elettorale del Comune di Castiglione della Pescaia a mezzo posta, fax, e-mail (anche non certificata) o PEC, ma anche direttamente a mano da persona diversa dall’interessato entro e non oltre il giorno 26 Febbraio 2020. Di seguito si indicano i recapiti per la trasmissione:

Responsabile dell’Ufficio Elettorale – Andrea Miraglia a.miraglia@comune.castiglionedellapescaia.gr.it

PEC   comune.castiglione.pescaia@legalmail.it

FAX   0564 927219

Modello opzione di voto per corrispondenza per gli elettori temporaneamente all’estero


Agevolazioni tariffarie relative ai servizi di trasporto dei cittadini italiani residenti all’estero che si recano a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale in Italia.

Circolare Prefettizia


NOMINA SCRUTATORI DI SEGGIO

Avviso Pubblico e Modulo di Domanda possesso titoli di preferenza per la nomina a scrutatori di seggio iscritti nell’Albo per Referendum Popolare del 29 Marzo 2020.  L’istanza dovrà pervenire entro e non oltre il giorno 27 Febbraio 2020 all’Ufficio Protocollo del Comune di Castiglione della Pescaia, a mano, tramite posta ordinaria o tramite PEC all’indirizzo comune.castiglione.pescaia@legalmail.it

Avviso Pubblico

Modulo di Domanda

CONVOCAZIONE COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE PER LA NOMINA DEGLI SCRUTATORI DI SEGGIO – MANIFESTO


ESERCIZIO DEL VOTO A DOMICILIO – Manifesto

gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal comune e gli elettori affetti da gravi infermità, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nella predetta dimora. Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, tra il quarantesimo ed il ventesimo giorno antecedente la data di votazione (ENTRO E NON OLTRE IL 9 MARZO 2020) una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano, indicandone l’indirizzo completo. Alla dichiarazione deve essere allegata copia fotostatica della tessera elettorale nonché un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dalla competente Autorità Sanitaria Locale, in data non anteriore al 45° (quarantacinquesimo) giorno antecedente la data della votazione, che attesti, in capo all’elettore, la sussistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1 dell’art. 1 della Legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del certificato ovvero la condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire all’elettore di recarsi al seggio. Nel caso sia necessario, l’elettore può essere assistito nel voto da un accompagnatore.

Modello di domanda di voto domiciliare – Scarica QUI


Servizio di trasporto pubblico in favore di disabili per il raggiungimento del seggio elettorale

in occasione della prossima consultazione elettorale, è stato organizzato un servizio di trasporto appositamente destinato ai portatori di disabilità per facilitare il raggiungimento del seggio elettorale di appartenenza.

Manifesto completo


 

 

 

Ridimensiona font
Contrasto

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi