Imposta di soggiorno 2022

L’imposta di soggiorno, adottata dal Comune di Castiglione della Pescaia con deliberazioni del Consiglio Comunale n. 22 del 15.03.2013 è in vigore dal 1 Aprile 2013;
Con delibera n. 07 del 28.02.2022 è stato riapprovato il Regolamento comunale per la disciplina dell’imposta di soggiorno per recepire le modifiche apportate dal d.l. 34/2020 – coordinato con la legge di conversione n. 77 del 17.07.2020.
L’ultimo adeguamento tariffario è stato disposto con Deliberazione della Giunta municipale n. 33 del 10.02.2022.
L’imposta è istituita al fine di finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonché interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali nonché dei relativi servizi pubblici locali.
Con l’ultima modifica al regolamento (deliberazione del Consiglio Comunale n. 07 del 28.02.2022) è stato disposto che l’imposta si applica nel periodo va dal  1° aprile al 31 ottobre. Per il solo anno 2022 il periodo di applicazione va dal 1° maggio al 30 settembre.

REGOLAMENTO Imposta di Soggiorno

Regolamento Imposta di Soggiorno, in vigore a partire dal 1° Gennaio 2022

Deliberazione relativa approvazione del nuovo Regolamento Comunale per la disciplina dell’imposta di soggiorno del Comune di Castiglione della Pescaia (Delibera C.C. n. 7 del 28.02.2022)

Regolamento Imposta di Soggiorno, in vigore fino al 31 Dicembre 2021 (NON PIU’ IN VIGORE)

Modello per la domanda di iscrizione portale STAYTOUR da inviare compilato a l.cipriani@comune.castiglionedellapescaia.gr.it

TARIFFE GIORNALIERE Imposta di Soggiorno IN VIGORE DAL 1° gennaio 2022

StruttureTariffa giornaliera
Alberghi
1 stella€ 1.20
2 stelle€ 1,40
3 stelle€ 2.00
4 stelle€ 2.40
5 stelle€ 5,00
RTA – CAV – Residence – Case per Ferie – Residenze d’epoca € 2,40
Affittacamere – BB - Foresterie€ 2,00
Villaggi Turistici – Ostelli per la gioventù – Strutture - extra
alberghiere per ospitalità collettiva
€ 0,20
Campeggi – Aree di sosta – Parchi vacanze € 1,00
Agriturismi € 1,40
Affitti uso turistico – Strutture ricettive extra-alberghiere con
le caratteristiche della civile abitazione
€ 1,00

Deliberazione di determinazione delle tariffe dell’Imposta di Soggiorno per l’anno 2022 (Delibera G.C. n. 33 del 10.02.2022)

SCADENZE VERSAMENTO Imposta di Soggiorno

Il gestore della struttura ricettiva effettua il versamento delle somme riscosse e dovute a titolo di Imposta con le seguenti scadenze:
A PARTIRE DAL 1° GENNAIO 2022:

  • Entro il 10 di luglio per le riscossioni relative ai mesi di aprile, maggio e giugno;
  • Entro il 10 di novembre per le riscossioni relative ai mesi di luglio, agosto e settembre e ottobre.

Rimangono invariati gli obblighi di dichiarazione e versamento mensile, ai sensi delle disposizioni del regolamento comunale sull’imposta e gli altri adempimenti richiesti da altri Enti pubblici elencati nella sezione:

MODALITÀ DI PAGAMENTO Imposta di Soggiorno

I versamenti dovranno avvenire tramite il sistema PagoPA (in via residuale, ove non attuabile tale modalità,

  •  A mezzo bancomat presso il servizio Tributi – secondo piano della sede municipale Strada Prov.le del Padule 3 Km 19 , Castiglione della Pescaia;
  • Con pagamento diretto effettuato presso gli sportelli della Tesoreria Comunale e le agenzie di credito convenzionate).

MODALITÀ DI DICHIARAZIONE IN VIGORE DAL 1° GENNAIO 2022

I gestori delle strutture ricettive devono inoltrare agli uffici dell’Agenzia delle Entrate, con modalità telematica, entro il 30 GIUGNO dell’anno successivo a quello in cui si è verificato il presupposto impositivo, la Dichiarazione Annuale cumulativa e riepilogativa dei pernottamenti e dei versamenti effettuati nell’anno precedente.

I gestori delle strutture ricettive devono comunicare, entro il 10 Luglio ( periodo aprile – maggio- giugno) e 10 novembre (per il periodo luglio – agosto – settembre e ottobre), la dichiarazione (MODULO DICHIARAZIONE PRESENZE) riportante il numero di coloro che hanno pernottato nel periodo di riferimento di applicazione dell’imposta e il relativo periodo di permanenza distinguendo tra pernottamenti imponibili ed esenti.
Tra gli esenti, nell’apposito spazio, dovranno essere registrati anche i soggetti ed i relativi pernottamenti eccedenti i 14 gg imponibili. Per ogni pernottamento classificato come esente, dovrà essere compilata la relativa ATTESTAZIONE DI ESENZIONE.

La dichiarazione presenze dovrà essere inviata a mezzo di procedura telematica utilizzando l’apposita funzione prevista sul portale Stay-tour utilizzato dal Comune di Castiglione della Pescaia per la gestione dell’imposta di soggiorno. La comunicazione su supporto cartaceo ha carattere eccezionale deve essere appositamente autorizzata dal funzionario responsabile. La comunicazione deve essere presentata anche in caso di assenza di pernottamenti imponibili.

I gestori delle strutture ricettive devono altresì presentare, entro 30 giorni dalla chiusura dell’esercizio finanziario di riferimento e cioè entro il 30 GENNAIO di ciascun anno, al Servizio Tributi del Comune, il conto di gestione redatto su apposito modello ministeriale (MODELLO 21) generato dal programma Stay Tour secondo la normativa vigente. Il conto della gestione deve essere presentato anche se l’imposta di soggiorno dichiarata per l’anno precedente è pari a zero. Il conto della gestione deve essere presentato esclusivamente in copia originale, debitamente compilata e sottoscritta dal gestore (titolare/legale rappresentante) della struttura ricettiva, consegnandolo direttamente presso il Servizio Tributi oppure inviando tramite posta raccomandata oppure tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo comune.catiglione.pescaia@legalmail.it purchè sottoscritto in forma autografa o digitale.

CHI PAGA L’IMPOSTA?

Chi pernotta in una delle strutture ricettive del territorio comunale, versando l’imposta al gestore della struttura che rilascia ricevuta.
L’imposta è dovuta per persona e per ogni pernottamento fino ad un massimo di quattordici pernottamenti nella stessa struttura ricettiva.

CHI E’ ESENTE?

a. gli iscritti all’anagrafe dei residenti del Comune di Castiglione della Pescaia;

b. i minori entro il sedicesimo anno di età;

c. gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggi e turismo di almeno venticinque partecipanti. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni venticinque partecipanti;

d. i volontari che nel sociale offrono il proprio servizio in città in occasione di manifestazioni ed eventi organizzati dall’Amministrazione Comunale, Provinciale e Regionale o per emergenze ambientali; per ogni iniziativa il settore organizzatore dell’evento provvederà a definire l’elenco degli operatori e dei soggetti interessati;

e. gli appartenenti delle forze di polizia, statali e locali, nonché del corpo nazionale dei vigili del fuoco che soggiornano per esigenze di servizio anche a carattere temporaneo;

f. i lavoratori dipendenti che soggiornano per motivi di lavoro limitatamente ad attività da svolgere presso il comune di Castiglione della Pescaia; la ricorrenza di detta condizione deve essere certificata del datore di lavoro o del lavoratore.

g. Il portatore di handicap non autosufficiente compreso un accompagnatore.

h. Strutture ricettive ed appartamenti utilizzati per locazioni turistiche ubicate nei nuclei storici collinari di Buriano, Tirli e Vetulonia.

L’applicazione delle esenzioni di cui alle lettere d) e) f) g) è subordinata al rilascio al gestore della struttura ricettiva, da parte dell’interessato, di una attestazione, resa in base alle disposizioni di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. 455/2000 e successive modificazioni, relativa alla spettanza dell’esenzione.

SANZIONI

Per le violazioni correlate al VERSAMENTO DELL’IMPOSTA , si applica la sanzione amministrativa pari al trenta per cento dell’importo non versato, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n° 471/1997.
Per le violazioni correlate alla COMUNICAZIONE , si applicano le seguenti sanzioni amministrative:

a. € 250,00, in caso di omessa presentazione;

b. € 75,00, in caso di tardiva presentazione;

c. € 125,00, in caso d’infedele comunicazione;

Per le violazioni successive alla prima, riferite a ogni singola fattispecie, la misura delle sanzioni di cui al
presente comma è raddoppiata; le contestazioni possono essere disposte anche con un unico
provvedimento cumulativo.

Per le violazioni correlate alla DICHIARAZIONE ANNUALE si applica la sanzione del 100 per cento dell’imposta dovuta, con un minimo di € 50,00. Per le violazioni successive alla prima, la sanzione è maggiorata:

a. al 200 per cento dell’imposta dovuta, in caso di omessa dichiarazione;

b. al 150 per cento dell’imposta dovuta in caso d’infedele dichiarazione, con un minimo di € 50,00.

La sanzione è ridotta a un terzo, e comunque all’importo non inferiore a € 50,00, se nel termine di proposizione del ricorso avverso l’atto d’irrogazione, interviene acquiescenza del responsabile dell’imposta.

Se non è già stato contestato l’omesso adempimento, per la tardiva presentazione della dichiarazione annuale, la misura della sanzione è disciplinata dall’art. 13, comma 1, lettere a-bis), b), b-bis), b-ter) e c), del D.Lgs. n. 472/1997, e comunque non inferiore all’importo di € 50,00.

Ai sensi di quanto previsto dall’art. 7-bis, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000:

a. la mancata esposizione del cartello informativo comporta l’irrogazione della sanzione
amministrativa di € 250,00;

b. la mancata esibizione della documentazione indicata all’Articolo 9, comma 4 del Regolamento,
comporta l’irrogazione della sanzione amministrativa di € 500,00;

Ridimensiona font
Contrasto

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi