Servizio Vincolo Idrogeologico

Servizio Vincolo Idrogeologico

imagealt
Photo by Hugo L. Casanova on Unsplash

Il Vincolo Idrogeologico ha come scopo principale quello di preservare l’ambiente impedendo quelle forme di utilizzazione che possano determinare innesco di fenomeni erosivi, denudazione, instabilità o alterazione del regime delle acque con l’eventualità di determinare danno. Tale Vincolo non preclude comunque la possibilità di intervenire sul territorio ma segue la corretta integrazione delle opere all’interno del territorio stesso.

Sono sottoposti a Vincolo idrogeologico tutti i terreni coperti da “bosco”, così come definito all’art. 3 della legge Forestale ed esplicitato all'art. 37, oltre alle aree perimetrate ai sensi del RD 3267/23.

Sono di competenza comunale le procedure previste dall'art. 42, comma 5, della Legge Forestale della Regione Toscana (L.R. 39/2000).

Nel Regolamento Forestale (DPGR 48/R 2003) sono individuati i casi in cui il rilascio dell'autorizzazione ai fini del Vincolo Idrogeologico può essere sostituita da dichiarazione di inizio dei lavori, nonché i casi in cui le opere e i movimenti di terreno sono eseguibili senza autorizzazione o dichiarazione.

Cosa fa

Rilascia le autorizzazioni idrogeologiche in procedura ordinaria, rilascia le autorizzazioni in sanatoria, controlla le Dichiarazioni di Inizio Lavori (D.I.L.).

Autorizzazione Idrogeologica Ordinaria

Modalità di richiesta

La richiesta di autorizzazione del vincolo Idrogeologico deve essere presentata, preferibilmente in via telematica alla PEC del Comune, dal proprietario o da chi ne abbia titolo, qualora si intendano realizzare opere in zona vincolata ai sensi del RD 3267/23, la Legge Forestale della Regione Toscana (L.R. 39/2000) e ai sensi del Regolamento Forestale (DPGR 48/R 2003).

Tempi

Le domande di autorizzazione, corredate di tutti gli allegati, devono essere presentate utilizzando l’apposita procedura on line.

Possono essere firmate dal richiedente, proprietario o possessore del terreno davanti all’addetto al ricevimento delle stesse oppure possono essere trasmesse per posta, o con altri mezzi, allegando fotocopia del documento d’identità del richiedente stesso.

L’Autorizzazione ai fini del Vincolo Idrogeologico viene rilasciata a seguito di istruttoria della pratica e acquisizione di eventuali pareri interni all’Ente.

Dichiarazione di inizio lavori (D.I.L.)

Modalità di richiesta

La richiesta di Dichiarazione di Inizio Lavori (D.I.L.) deve essere presentata, preferibilmente in via telematica alla PEC del Comune, dal proprietario o da chi ne abbia titolo, qualora si intendano realizzare opere in zona vincolata ai sensi del RD 3267/23, la Legge Forestale della Regione Toscana (L.R. 39/2000) e ai sensi del Regolamento Forestale (DPGR 48/R 2003).

Tempi

Le domande di autorizzazione telematiche, corredate di tutti gli allegati, devono essere presentate utilizzando l’apposita procedura on line.

Possono essere firmate dal richiedente, proprietario o possessore del terreno davanti all’addetto al ricevimento delle stesse oppure possono essere trasmesse per posta, o con altri mezzi, allegando fotocopia del documento d’identità del richiedente stesso.

Le dichiarazioni incomplete o non corredate di tutti i dati richiesti o della documentazione prevista non sono valide e l’avvio del procedimento avviene solo a seguito della presentazione da parte dell’interessato dei dati o della documentazione mancanti.

Il Responsabile del procedimento provvede a comunicare agli interessati, entro 20 giorni dalla data di presentazione della dichiarazione, l’esigenza di integrare la documentazione presentata al fine dell’avvio del procedimento.

Il procedimento si conclude per silenzio-assenso dopo 20 giorni dalla data di presentazione delle eventuali integrazioni, fatta salva l’adozione entro tale termine di apposito atto con il quale sia comunicato un provvedimento di diniego o di sospensione. Entro detto termine possono essere comunicate prescrizioni vincolanti per l’esecuzione dei lavori.

Autorizzazione Idrogeologica in sanatoria

Modalità di richiesta

La richiesta di autorizzazione in sanatoria deve essere presentata dal proprietario o da chi ne abbia titolo per interventi realizzati, in assenza di autorizzazione ordinaria, in zona vincolata ai sensi del RD 3267/23, la Legge Forestale della Regione Toscana (L.R. 39/2000) e ai sensi del Regolamento Forestale (DPGR 48/R 2003)".

L’Autorizzazione ai fini del Vincolo Idrogeologico viene rilasciata a seguito di istruttoria della pratica e acquisizione di eventuali pareri interni all’Ente.

Tempi

L'Amministrazione comunale si pronuncia sulla richiesta di autorizzazione in sanatoria entro il termine di 70 giorni, previo parere istruttorio favorevole.

Il procedimento si conclude con il rilascio dell'atto di Autorizzazione in Sanatoria o del diniego.

In caso di diniego il Servizio Vincolo Idrogeologico provvederà alla trasmissione della documentazione per l'applicazione delle sanzioni previste.

Organizzazione

3. - Istruttori tecnici

Contatti

Indicatori 2021